Poesie e Racconti

ABBRACCIO

Fluido

Eterico

Lieve

Vaga, dopo che ha trovato solo porte chiuse

cancelli di convenzioni

scelte preistoriche

 ingranaggi malefici che non gli cedono il passo

Eppure egli vola:

leggero

incosciente

vorace

puro e dolorante

entusiasta

Bussa sfinito alle porte del sogno

Per un attimo si placa

troppo poco

non gli basta

Oltre la sua volontà

rinnova la traiettoria

avvia strade ancora sconosciute

le percorre veloce

e finalmente può svolgersi

Morbido

Avvolgente

Corporeo

Certo di essere a casa e trovare riposo.

 

l’immagine è tratta da un dipinto di Mara Bevione.

 

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche